Distanza

Dislivello

Quota min.

Quota max.

Percorso

 

Track

54 km

1270 m

1000 m

2150 m

40% asfalto-60% sterrato

 

GPX - KML

Dal posteggio del centro sportivo di Predazzo, si raggiunge Paneveggio tramite una bellissima strada sterrata sul fondovalle che costeggia anche il lago di Paneveggio. A tratti è molto impegnativa (per evitare di entrare in una proprietà privata si deve spingere la bici per un centinaio di metri su un sentiero impervio), ma in generale è scorrevole.

Ci si addentra in seguito nella Val Venegia dove si supera il limite della foresta e si possono ammirare le Pale di San Martino. Ultimo sforzo per raggiungere la Baita Segantini (consigliata la torta fatta in casa...).

Purtroppo, visto il temporale che ci ha sorpresi sul Passo Rolle, abbiamo dovuto rinunciare alla discesa sterrata per tornare sulla strada fino a Predazzo passando per Bellamonte.

 

Distanza

Dislivello

Quota min.

Quota max.

Percorso

 

Track

28 km

1250 m

1000 m

1986 m

10% asfalto-90% sterrato

 

GPX - KML

Alpe Cermis... ultima tappa del Tour de ski.

La salita si svolge su una strada sterrata molto larga che è in costante manutenzione ma piuttosto impegnativa viste le pendenze costanti. Si raggiunge il Doss dei Laresi, stazione intermedia dove d’estate si può anche bagnarsi in un laghetto.

Si prosegue sulla strada fino a raggiungere l’Alpe Cermis, teatro nel 1998 di un incidente dove un aereo ha tranciato il cavo della funivia e persero la vita i 20 occupanti della funivia.

In discesa si può raggiungere il Doss dei Laresi passando, come variante, su un’altra stradina sterrata. In seguito si ha la scelta di tornare dalla stessa strada oppure dalla strada asfaltata che porta sul fondovalle.

Distanza

Dislivello

Quota min.

Quota max.

Percorso

 

Track

38 km

1450 m

1000 m

2150 m

20% asfalto-80% sterrato

 

GPX - KML

Per evitare di utilizzare gli impianti di risalita, abbiamo affrontato il giro del Latemar in senso antiorario, sebbene sulle guide fosse sempre indicato il senso orario. La scelta non è stata molto pagante, perché la discesa, come si evince dal profilo, è molto più interessante in senso orario. Inoltre le pendenze della salita da Moena fino al passo Costalunga sono molto impegnative mentre in discesa si affrontano tranquillamente.

Al contrario la discesa dal passo Feudo alla stazione intermedia è veramente da brividi... quindi nessun divertimento...

Il panorama è però bellissimo e il rifugio Epicher Laner Alm nei pressi del passo Pampeago offre piatti tipici buonissimi.

Distanza

Dislivello

Quota min.

Quota max.

Percorso

 

Track

32 km

1200 m

1450 m

2320 m

20% asfalto-80% sterrato

 

GPX - KML

Da Canazei a Campitello di Fassa si riesce ad evitare la strada passando su una stradina sterrata che è un po’ nascosta dal Caminetto Resort, sulla strada statale 48.

Oltrepassato Campitello ci si inoltra nella valle che porta al passo Duron. Fino al Rifugio Micheluzzi dei tratti facili si alternano a tratti molto impegnativi, ma tutti pedalabili. Da qui la strada si fa più pianeggiante e si arriva velocemente alla base del passo dove si trovano ancora pendenze difficili anche se non come le precedenti.

Al passo comincia la lunga traversata che porta al passo Sasso Piatto con il suo rifugio ed in seguito al Rifugio Sandro Pertini. Subito dopo il passo Sasso Piatto il transito in bicicletta diventa proibito da un cartello fino al passo Sella, punto finale della traversata.

La traversata è tutta pedalabile tranne dei tratti tra i due rifugi.

Bellissimo!

  CERCA NEL SITO